Prospettive sulla transizione energetica mondiale: percorso 1,5°C


June 2021
ISBN : 978-92-9260-334-2

Il World Energy Transitions Outlook delinea un percorso per il mondo per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi e fermare il ritmo del cambiamento climatico trasformando il panorama energetico globale. Questo rapporto presenta le opzioni per limitare l'aumento della temperatura globale a 1,5°C e portare le emissioni di CO2 a zero entro il 2050, offrendo approfondimenti di alto livello sulle scelte tecnologiche, le esigenze di investimento, il quadro politico e gli impatti socioeconomici del raggiungimento di un ambiente sostenibile, resiliente e futuro energetico inclusivo.

Questo Outlook presenta diversi prerequisiti che sono alla base della teoria del cambiamento alla base del Pathway 1,5°C di IRENA.

L'analisi di IRENA mostra che oltre il 90% delle soluzioni che plasmano un risultato di successo nel 2050 coinvolge l'energia rinnovabile attraverso la fornitura diretta, l'elettrificazione, l'efficienza energetica, l'idrogeno verde e la bioenergia combinati con la cattura e lo stoccaggio del carbonio (BECCS). Soluzioni innovative stanno ridisegnando il sistema energetico. Tuttavia, i livelli di implementazione necessari a una velocità compatibile con i 1,5°C richiederanno politiche e misure mirate.

Gli investimenti per la transizione energetica dovranno aumentare del 30% rispetto agli investimenti pianificati fino a un totale di 131 trilioni di dollari da qui al 2050, ma produrranno un ritorno cumulativo di almeno 61 trilioni di dollari entro il 2050. Sono necessari repentini aggiustamenti nei flussi di capitale e un riorientamento degli investimenti per allineare l'energia con una traiettoria economica e ambientale positiva.

Un settore energetico trasformato porterà 122 milioni di posti di lavoro nel 2050, in cui l’occupazione nelle energie rinnovabili da sola rappresenterà più di un terzo. È necessario un quadro politico globale olistico per riunire i paesi affinché si impegnino in una transizione giusta che non lasci indietro nessuno e rafforzi il flusso internazionale di finanziamenti, capacità e tecnologie.